01 luglio 2019: in vigore nuovo ADR 2019

Reggio Emilia, 7 agosto 2019

Il trasporto di merci pericolose su strada è disciplinato dall’ADR che cambia ogni 2 anni e si applica dal 1° gennaio dell’anno dispari, ma come previsto nel Cap  1.6.1.1 dell’Accordo, vi è un periodo di transizione di 6 mesi, durante il quale è previsto che sia possibile applicare la versione precedente.

Per quanto riguarda i trasporti nazionali, è stato pubblicato in GU il Decreto Ministeriale 12 febbraio 2019, recepimento del nuovo ADR 2019 (Direttiva 2018/1846/UE del 23 novembre 2018), che adegua gli allegati della direttiva 2008/68/CE per la quinta volta al progresso scientifico e tecnico, con chiari riferimenti anche ai Regolamenti europei Reach e CLP.

Tra le novità previste dalla revisione dell’accordo:

  • sono state aggiornate le etichette di pericolo, ad esempio, sia nel colore, sia nel simbolo
  • la nomina del consulente per la sicurezza che è obbligatoria anche per gli speditori
  • nuove istruzioni di imballaggio per le batterie, che devono essere applicate soprattutto nel caso esse siano danneggiate o difettose
  • la compilazione del documento di trasporto, soprattutto per l’applicazione dell’esenzione parziale sul mezzo 1.1.3.6
  • classificazione dei prodotti corrosivi , classe 8

Oggi, aderiscono a tale Accordo ben 51 Paesi, con un’estensione territoriale anche oltre i confini dell’ Unione Europea.

SIL engineering s.r.l. è a disposizione  per qualsiasi chiarimento, informazione, sopralluogo e consulenza personalizzata al fine di verificare il rispetto delle norme ADR e definirne gli obblighi, avendo al suo interno, personale altamente specializzato con esperienza pluriennale nel settore nel trasporto delle merci pericolose su strada e in genere.

Sono possibili anche consulenze per altre modalità di trasporto.

Per informazioni: Dott.ssa Elisabetta Boccaletti
boccaletti@silweb.it – Tel. 0522.331031