Trasporto delle merci pericolose: cisterne

Reggio Emilia, 4 ottobre 2019

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale – Direzione generale per la motorizzazione – Divisione 3 con Circolare Prot. n. 27566/E , in data 09 settembre 2019, ha emanato una circolare in cui si mettono in evidenza gli spessori minimi delle cisterne adibite al trasporto di merci pericolose su strada ad esclusione di quelle destinate al trasporto di merci della classe 2.

In particolare con l’ADR 2013 fra i materiali da costruzione delle cisterne destinate al trasporto di merci pericolose su strada è stato esplicitamente previsto l’utilizzo di acciai austeno-ferritici (cosiddetti acciai duplex) per i quali al punto 6.8.2.1.19, rispetto all’ADR 2011, invece di:

Minimum thickness of shells Stainless austenitic steels 2.5 mm 3 mm
  • sono stati specificati i seguenti parametri:
Minimum thickness of shells Austenitic stainless steels 2.5 mm 3 mm
Austenitic-ferritic stainless steeIs 3 mm 3.5 mm
  • rimangono validi i seguenti parametri:
Diameter of shell ≤ 1.80 m > 1.80 m
Minimum thickness of shells Other steels 3 mm 4 mm
Aluminium alloys 4 mm 5 mm
Pure aluminium of 99.80% 6 mm 8 mm

Questo comporta che alcune cisterne potrebbero presentare uno spessore inferiore a quello minimo ammesso per lo specifico materiale impiegato e nel caso in cui  venisse riscontrato uno spessore non compatibile con il materiale utilizzato la cisterna dovrà essere declassata per essere adibita al trasporto di merce non pericolosa.

Nella circolare si invitano gli Uffici in indirizzo a verificare lo spessore delle cisterne in acciaio austeno-ferritico in relazione a quanto indicato, tenuto conto che tali dati sono reperibili, oltre che dalla documentazione della cisterna, anche sulla targhetta identificatrice della stessa. Per consentire una rapida identificazione del materiale utilizzato si consulti la norma UNI EN 13445-2 edizione 2007 e la circolare prot 23312-3 Div-3 –E del 03/03/2011.

In caso di dubbio circa la compatibilità degli spessori riscontrati con il materiale utilizzato, gli Uffici contemplati completeranno l’operazione richiesta informando il Centro prove autoveicoli che ha provveduto all’approvazione della cisterna. Della circostanza dovrà essere formalmente informato il proprietario/gestore della cisterna.

Scarica la Circolare Prot. n. 27566/E  emanata in data 09 settembre 2019 dalla Divisione 3 della Direzione generale per la motorizzazione del MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE

Per maggiori dettagli:
Dott.ssa Elisabetta Boccaletti – boccaletti@silweb.it
Tel. 392.7395082 – 0522.331031