FORMAZIONE FINANZIATA: benefici e novità per le imprese nel 2021

Reggio Emilia, 12 febbraio 2021

FORMAZIONE FINANZIATA: benefici e novità per le imprese nel 2021

Anche quest’anno molti sono gli strumenti a disposizione per il finanziamento della formazione professionale in azienda.

Oltre ai Fondi Professionali, è stato prorogato il Credito d’Imposta Formazione 4.0 con l’obiettivo di promuovere e diffondere maggiormente la cultura formativa, in particolare delle PMI che per risorse e dimensioni, hanno spesso difficoltà a tenere il passo con l’innovazione di processo e di prodotto. Ai due strumenti si aggiunge il Fondo Nuove Competenze, strumento di politiche attive del lavoro, che prevede ulteriori risorse economiche da destinare alla formazione dei lavoratori.

Come funzionano i Fondi Interprofessionali?

I vari Fondi Interprofessionali possono operare in modi differenti: alcuni pubblicano periodicamente Bandi a cui le imprese aderenti possono partecipare presentando un progetto. Altri prevedono l’accantonamento di una parte delle risorse in un “conto” che rimane a disposizione dell’azienda, senza dover partecipare ad alcun bando.

Opera in questo modo, il “conto formazione” di FONDIMPRESA e FONDIRIGENTI

In merito a Fondimpresa, ricordiamo che le imprese che non hanno utilizzato le risorse del Conto Formazione nell’ultimo biennio, devono, entro il 31 dicembre 2021, impiegarle, pena la decurtazione della somma in scadenza. Farlo è semplicissimo: è sufficiente presentare un Piano Formativo. L’erogazione degli interventi formativi potrà poi essere programmata entro 1 anno dalla data di approvazione. Non c’è un limite minimo di finanziamento.

Come funziona il Credito d’imposta Formazione 4.0?

E’ un’agevolazione fiscale relativa alle spese del personale dipendente impegnato nelle attività di formazione nel settore delle tecnologie per il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese. Il credito è utilizzabile in compensazione presentando il modello F24 attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Come funziona il Fondo Nuove Competenze?

Contrariamente a quanto attualmente previsto dal bando ANPAL per l’accesso al Fondo Nuove Competenze, i datori di lavoro privati potranno andare oltre la scadenza del 31 dicembre 2020 per sottoscrivere gli accordi con i sindacati di rimodulazione dell’orario di lavoro ai fini della formazione dei propri dipendenti, per implementare nuove o maggiori competenze, collegate all’introduzione di innovazioni organizzative, tecnologiche, di prodotto, di processo o servizi, oppure sviluppare competenze finalizzate ad incrementare l’occupabilità del lavoratore, anche al fine di promuovere processi di mobilità o ricollocazione in altre realtà lavorative. Il Fondo copre gli oneri relativi alle ore di formazione, comprensivi dei relativi contributi previdenziali e assistenziali.

Sil engineering srl è a disposizione per supportare le aziende nelle seguenti fasi:

  • Analisi dei fabbisogni formativi
  • Progettazione e presentazione del progetto
  • Docenza, gestione e tutoraggio dei corsi
  • Rendicontazione conclusiva per la richiesta di saldo al Fondo

Per maggiori informazioni:

Dott.ssa Francesca Bonfatti – bonfatti@silweb.it
Tel. 389.6360710 – 0522.331031