Rifiuti Elettronici RAEE: le novità dal 15 agosto 2018

Dal 15 agosto 2018 la normativa che regolamenta la gestione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) e dei rifiuti da esse generati (RAEE) allarga il campo di applicazione a varie categorie di apparecchiature prima escluse dal concetto di AEE.

Infatti, è entrato in vigore il cosiddetto OPEN SCOPE (ambito aperto) previsto dal D.lgs. 49/2014 che, nello specifico, ridefinisce le categorie di AEE ampliandole a tutti quelle apparecchiature elettriche ed elettroniche finora escluse, quali ad esempio: multi-prese, pompe elettriche, prolunghe e avvolgicavi, scaricatori di sovratensione, elettronica di consumo, schermi, inverter fotovoltaici, ecc.

Gli AEE comprendono infatti tutte quelle apparecchiature che, per un corretto funzionamento, dipendono da correnti elettriche o campi elettromagnetici.

Pertanto, Aziende che producono o commercializzano con proprio marchio apparecchiature precedentemente  escluse dalla normativa RAEE, potrebbero, dal 15 agosto 2018 riconfigurarsi come produttori di AEE, e dover quindi adempiere ai relativi obblighi previsti dalla legge.

I nostri consulenti sono a disposizione per ogni valutazione in merito.

Per ulteriori informazioni:
Rif. Bigi Daniele / Salsi Manuela
Tel: 0522 331031 e Fax:0522 392300
E-mail: info@silweb.it