Obbligo etichettatura ambientale degli imballaggi

Reggio Emilia, 19 novembre 2021

OBBLIGO ETICHETTATURA AMBIENTALE DEGLI IMBALLAGGI

 

Il Decreto Legislativo 3 settembre 2020, n. 116 ha previsto l’obbligo, a carico di imprese produttrici e utilizzatrici, di etichettatura ambientale per gli imballaggi. Tale obbligo, che prevede di identificare i materiali di imballaggio secondo la Decisione 129/97/CE e di indicare la corretta gestione a fine vita degli imballaggi destinati al consumatore finale, è stato sospeso fino al 31 dicembre 2021, con la L. n. 69 del 21 maggio 2021, e diventerà pienamente applicabile a partire dal 01/01/2022.

La norma prevede che tutti gli imballaggi siano opportunamente etichettati secondo le modalità stabilite dalle norme tecniche UNI applicabili, al fine di facilitarne la raccolta, il riutilizzo, il recupero ed il riciclaggio.

I produttori degli imballaggi sono certamente i soggetti obbligati ad identificare correttamente la natura del materiale di imballaggio in funzione della codifica prevista dalla Decisione 97/129/CE, ma considerato che le informazioni previste per una corretta etichettatura degli imballaggi  sono spesso condivise tra il produttore e l’utilizzatore dell’imballaggio stesso, in ragione del suo effettivo utilizzo, ne deriva che l’obbligo di etichettatura ricade anche in capo agli utilizzatori degli imballaggi.

Secondo il principio di responsabilità condivisa,  definito dalla normativa ambientale in merito alla gestione degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggi, e per garantire la presenza di tutti i dati obbligatori necessari per fornire un’adeguata e idonea informazione ambientale degli imballaggi come previsto dal comma 5, dell’art. 219 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e s.m.i., sarà quindi fondamentale definire accordi contrattuali o commerciali, grazie ai quali si identificano le responsabilità di entrambe le parti in modo chiaro.

 

Per ulteriori informazioni:

Tel: 0522 331031 – Fax:0522 392300 e-mail: info@silweb.it Rif. Salsi Manuela