Documento di valutazione del Rischio Legionella

La legionellosi è un’infezione causata dai batteri del genere Legionella che può provocare l’insorgere della relativa malattia, in due forme distinte:

– malattia dei Legionari (forma più grave con polmonite)

– febbre di Pontiac (forma leggera di infezione).

I microrganismi che generano la malattia si fissano alle superfici interne degli impianti idrici e/o aeraulici formando colonie di batteri (biofilm) in grado di resistere a molti trattamenti di bonifica.

IMPIANTI A RISCHIO DI PROLIFERAZIONE DELLA LEGIONELLA

  • impianti idrici (tubazioni, serbatoi di accumulo, addolcitori, scambiatori di calore, terminali di distribuzione quali docce, rubinetti, ecc…);
  • impianti di condizionamento dell’aria;
  • torri di raffreddamento/condensatori evaporativi;
  • piscine/vasche idromassaggio;

CONDIZIONI FAVOREVOLI ALLA CRESCITA DELLA LEGIONELLA

  • pH acqua: 5,5-8,5 (limiti estremi: 2,5-9,5);
  • temperatura acqua: 25-42°C (limiti estremi: 5,7-63°C; non si moltiplicano a T<20°C e T>45°C);
  • le incrostazioni di sporcizia o calcare favoriscono la formazione del biofilm;
  • moltiplicazione intracellulare: diverse specie di amebe, alcuni protozoi ciliati e le alghe verdi consentono la moltiplicazione di Legionella.

SOGGETTI CHE DEVONO EFFETTUARE LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO LEGIONELLA

Con l’approvazione delle nuove Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi da parte della Conferenza Stato-Regioni, nella seduta del 7 maggio 2015, viene ribadito l’OBBLIGO da parte delle strutture a rischio di procedere alla valutazione del rischio legato alla infezione da Legionella e di predisporre il relativo documento di autocontrollo.

Deve essere elaborato un documento di valutazione dei rischi che contenga:

  • la nomina di un responsabile per la gestione del rischio che comprenda il valore della politica di prevenzione e l’applicazione delle misure di autocontrollo;
  • valutazione del rischio mediante un’attenta analisi delle condizioni di normale di funzionamento dell’impianto idrosanitario ai fine di individuare i punti critici;
  • gestione dell’eventuale rischio rilevato definendo le misure correttive necessarie al ridurre al minimo il rischio evidenziato;
  • schema rete idrica (se disponibile)

Inoltre dovrà essere istituito il Registro degli interventi, ovvero un documento riassuntivo degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sugli impianti idrici e di climatizzazione.

SIL engineering srl si propone di offrire un servizio completo per affiancare le aziende nell’ottemperanza dei vari obblighi previsti dal DGR 21 luglio 2008, n. 1115. BUR n.147 – 22 agosto 2008 in particolare:

  • valutazione del rischio legionellosi e redazione del relativo documento previsto dal, DGR 1115/08;
  • campionamento idrico per la ricerca ed il conteggio della Legionella sui punti critici dell’impianto idrico e di climatizzazione identificati nel processo di valutazione dei rischi, così come richiesto dal DGR 1115/08

Referenti SIL engineering s.r.l.: Dott. Simone Bronzoni